Puntata del 30 gennaio 2018

No arte e mestieri, sì militari

Nella puntata del 30 gennaio 2018:

  • La scuola d’arte e mestieri, di cui avevamo parlato varie volte, “riparte” ma in maniera fortemente penalizzante per studenti e insegnanti: ridotte le ore di insegnamento a parità di tasse pagate dagli studenti; addirittura dimezzata la paga oraria per gli e le insegnanti (corrispondenza).
  • Proseguiamo con un racconto dell’ennesimo intervento di reclutamento dei militari nelle scuole, propagandando l’accademia come sbocco valido, rassicurante, economicamente vantaggioso, senza ovviamente parlare mai di guerra. (qui video, con il ballo delle debuttanti)
  • In chiusura, riportiamo l’episodio della scuola Franchetti, in cui è stato vietato di cantare “Bella Ciao“.

Puntata n°125 (23 febbraio 2016)

Il ministero della Difesa diventa “agenzia formativa” ed entra nelle scuole

Pinotti GianniniNella puntata del 23 Febbraio 2016:

  • la lobby confindustriale Treellle interviene contro la distribuzione a pioggia delle misere risorse destinate al “merito”: le solite bugie e arroganze; valutare la reputazione delle/dei prof.
  • intervista dalla Sicilia con il giornalista e insegnante Antonio Mazzeo sul protocollo di intesa tra Miur e Difesa per “la sensibilizzazione (!) dei principi della Costituzione  e della Dichiarazione universale dei diritti umani” e la sua attuazione in questo anno scolastico: cosa si nasconde dietro la “Cultura della Difesa”

Approfondimenti:

  1. Articolo Elmetti e moschetti per la Buona Scuola di Renzi & C.
  2. Protocollo d’intesa MIUR-DIFESA dell’11 settembre 2014
  3. Attuazione per l’anno 2015-16 del protocollo MIUR-DIFESA
  4. L’intervento di Attilio Oliva (Treellle) sulla retribuzione degli insegnanti

Ascolta la puntata sul sito della Radio